IL SENTIERO ROSSO

Il sentiero (visibile in cartina segnato in rosso) sale sul crinale dominando dall’alto il paesaggio delle Cinque Terre, percorrendolo, tra boschi e spazi aperti vi immergerete nella macchia mediterranea osservando dall’alto le verticalità della Liguria.

IL SENTIERO AZZURRO

Il sentiero, conosciuto come il “Sentiero Azzurro”, è l’itinerario classico che collega i cinque paesi per una lunghezza complessiva di circa 12 chilometri. Questo percorso, offre sguardi al paesaggio che l’uomo ha saputo pazientemente e con sapienza costruire in centinaia di anni, singolare per i terrazzamenti, le scale e lo sfruttamento di ogni spazio a disposizione per la coltivazione della vite fino al mare.

LA VIA DEI SANTUARI

Ogni borgo delle Cinque Terre ha, in posizione dominante sui promontori terrazzati e con vista aperta al mare, un santuario. Rilevanti per la loro posizione molto panoramica gli antichi Santuari edificati lungo la strada che si snoda in collina, Monterosso N.S. di Soviore, poi la Madonna di Reggio sopra Vernazza, San Bernardino domina Corniglia, l’antica Chiesa romanica della Madonna della Salute a Volastra sopra Manarola e la Madonna di Montenero in testa a Riomaggiore. La “Via dei Santuari” collega i cinque luoghi di culto; questo singolare pellegrinaggio permette di immergersi offrendo la possibilità di osservare sia l’intervento dell’uomo sul paesaggio che la macchia mediterranea.

LA VIA DELL’AMORE

La “Via dell’Amore”, spettacolare percorso a strapiombo sul mare; si è ammirati, e sconcertati percorrendolo, la violenza della montagna con le sue pareti a picco di roccia viva, le limpidezze del mare sottostante il silenzio della natura. Un tratto del “Sentiero Azzurro” che collega i paesi di Riomaggiore e Manarola. É un itinerario turistico che in ogni stagione dell’anno incanta i suoi visitatori per la bellezza del mare e della natura selvaggia e per la singolare morfologia delle rocce.

TORRE GUARDIOLA

All’interno del territorio di Riomaggiore, nell’area dell’ex batteria Racchia, vecchie fortificazioni militari sono state recuperate e trasformate nel Centro di Educazione Ambientale Torre Guardiola. L’itinerario rappresenta una vera e propria immersione nella natura, alla scoperta della vegetazione e dei suoi profumi, ideale punto di osservazioni ornitologiche grazie ad esperte guide naturalistiche. All’interno del Centro si snoda il “Percorso della Scrittura”, dove è possibile creare testi ispirati al meraviglioso ambiente circostante.